Chi siamo - La nostra storia

I Concerti dell'Ateneo Messinese sono nati nell'anno accademico 1988/89, nel quadro delle attività culturali dell'Opera Universitaria (oggi E.R.S.U.), di cui sono divenuti con gli anni il fiore all'occhiello, per il gradimento del pubblico ed i consensi della stampa. Essi sono stati istituiti con la finalità di offrire al mondo universitario un ampio panorama di proposte musicali, opportunamente articolate, di anno in anno, allo scopo non solo di costituire occasione di intrattenimento e di aggregazione al di fuori delle aule universitarie, ma soprattutto di proporre, accanto a concerti di tipo tradizionale, spettacoli inconsueti sotto il duplice profilo dei programmi e delle formazioni musicali, tali da rappresentare spesso per gli studenti occasioni di nuove esperienze artistiche e quindi di maturazione culturale.

I concerti si svolgono solitamente nell'Aula Magna dell'Università, all'Auditorium Polifunzionale di Papardo o - più raramente - al Palacultura "Antonello". Qualche anno fa, a causa di importanti lavori di ristrutturazione dell'Aula Magna dell'Università, gli spettacoli hanno avuto luogo nel Foyer del Teatro Vittorio Emanuele.
In passato, invece, i concerti si sono svolti in tutti i principali Teatri di Messina: dal Teatro Vittorio Emanuele alla prestigiosa Sala Laudamo, (un'antica sala cittadina che ha visto esibirsi i più grandi solisti dell'ultimo cinquantennio), dal Teatro Savio al Teatro in Fiera.


Nel corso degli anni, si sono alternati orchestre sinfoniche e da camera italiane e straniere, cori, balletti, complessi jazz, le più svariate formazioni cameristiche e solisti di fama internazionale provenienti da ben 38 Paesi di tutto il mondo. Nell'impossibilità di citarli tutti, ci limitiamo a menzionarne a titolo puramente esemplificativo solo alcuni, scusandoci per le omissioni.

PIANISTI: Serghei Dorenskij (Russia), Humberto Quagliata (Uruguay), Ralf Nattkemper (Germania), Boldizsár Csiky (Romania), Patrick Dheur (Belgio), Adrian Vasilache (Romania), Bertrand Giraud (Francia), Joanna Trzeciak (Polonia), José Manuel Cuenca (Spagna), Ireneusz Jagla (Polonia), Mikhail Petukhov (Bulgaria), Miguel Proença (Brasile), Carl Pontén (Svezia), Alfredo Oyaguez Montero (Spagna), Marianna Rashkovetsky (Russia), Christian Usciatti (Argentina), Hugues Leclère (Francia), Maria José Souza Guedes (Portogallo), Richard Frank (Svizzera), Raquel Boldorini (Uruguay), Honor O'Hea (Irlanda), Robert Andres (Croazia), Anna Maria Stanczyk (Polonia), Michel Brousseau (Canada), Sangwook Park (Corea), Anna Ferrer (Spagna), Rüya Taner (Turchia), Stéphane De May (Belgio), Daniel Moos (Svizzera), Antonio Ballista, Sergio Perticaroli, Pier Narciso Masi, Pierluigi Camicia, Roberto Plano, Antonio Pompa-Baldi, Marco Pasini, Marco Sollini;

VIOLINISTI: Stephan Milenkovich (Croazia), Plamen Dimitrov (Russia), János Selmeczi (Ungheria), Gernot Winischhofer (Austria), Alexander Detisov (Russia), Masayuki Kino (Giappone), Leonid Peisahov (Georgia), Hae-Sun-Kang (Corea), Alexander Polonski (Russia), Mieko Kanno (Giappone), Suela Mullaj (Albania), Noël Cabrita Dos Santos (Francia), Victor Kuleshov (Russia), Sergei Girshenko (Russia), Pierre Hommage (Francia), Sumiko Tajihi (Giappone), Francis Duroy (Francia), François Goudreau (Canada), Hojoon Lee (Corea), Piet Koornhof (Sud Africa), Joaquin Palomares (Spagna), Cihat Aşkin (Turchia), Valery Oistrakh (Russia), Mirjam Tschopp (Svizzera), Andres Mustonen (Estonia), Andrea Cardinale, Stefano Pagliani, Marco Fornaciari, Gabriele Pieranunzi, Enzo Ligresti, Alessandro Perpich;

VIOLISTI: James Creitz (USA), Igor Soulyga (Russia), Natalia Cherogor (Russia), Danilo Rossi;

VIOLONCELLISTI: Anton Niculescu (Romania), Emil Klein (Germania), Alexander Ossokine (Russia), Sergei Pechatin (Russia), Andrew Smith (USA), Dawoon Jung (Corea), Luc Tooten (Belgio), Alexander Hülshoff (Germania), Claude Hauri (Svizzera), Marija Drincic (Serbia), Franco Maggio Ormezowski, Enrico Dindo, Giovanni Sollima, Franco Rossi, Luigi Piovano;

CANTANTI: Doina Dinu Palade (Romania), Ulf Bästlein (Germania), Muriel Tomao (Francia), Camilla Illeborg (Danimarca), Edita Randová (Repubblica Ceca), Ludovic De San (Belgio), Ulrike Schneider (Germania), Rosa Mateu (Spagna), Jolanta Stanelyte (Lituania), Im Youn Hwa (Corea), Gianfranco Pastine, Susy Picchio, Angelo Manzotti, Francesco Divito, Paola Sanguinetti;

CHITARRISTI: Francisco Cuenca (Spagna), Javier García Moreno (Spagna), Carles Pons (Spagna), Filomena Moretti, Luigi Puddu, Giampaolo Bandini, Maurizio Di Fulvio;

FLAUTISTI: Maxence Larrieu (Francia), Marlaena Kessick (USA), Claudi Arimany (Spagna), Josep-Francesc Palou (Spagna), Dorel Baicu (Romania), Ildiko Bende (Ungheria), Luis Meireles (Portogallo), Antón Serra (Spagna), Soyoung Lee (Corea), Milica Ostojic (Serbia), Mario Ancillotti, Giuseppe Nova, Mario Carbotta, Salvatore Lombardi;

CLARINETTISTI: Michele Incenzo, Giovanni Lanzini;

OBOISTI: Thomas Indermühle (Svizzera), Adrian Petrescu (Romania);

FAGOTTISTI: Pavel Ionescu (Romania), Rino Vernizzi;

CORNISTI: Martin Roos (Svizzera);

TROMBETTISTI: Oliver Lakota (Germania);

CLAVICEMBALISTI: Claudio Brizi, Rinaldo Alessandrini;

MANDOLINISTI: Dorina Frati;

FISARMONICISTI: Sergio Scappini, Cesare Chiacchiaretta, Ivano Battiston, Ivano Paterno, Gianluca Campi;

PERCUSSIONISTI: Tarcisio Molinaro, Ellade Bandini;

GRUPPI DA CAMERA: Trio d'Archi del Teatro alla Scala di Milano, Ensemble di Musica da Camera dell'Opera di Vienna (Austria), Quartetto d'archi di Mosca (Russia), Gruppo di fiati "Armonia slovacca" (Repubblica Slovacca), Quartetto di fagotti "Fagottissimo" (Romania), Quintetto de "I Solisti Aquilani", Quartetto "Borciani", Romabarocca Ensemble, Quartetto chitarristico Italiano, Quartetto di sassofoni "Accademia", Trio chitarristico di Roma, Quartetto "Archimede", Quartetto "Meridies", Ensemble Belliniano, Quartetto Italiano di clarinetti, I Filarmonici di Busseto, Ensemble di Musica Barocca "Nova Academia", Ensemble Barocco "Benedetto Marcello", Nino Rota Ensemble, Ensemble Duomo;

JAZZISTI: Gianluigi Trovesi, Alessandro Maiorino, Beppe Barbera, Pier Franco Cardarelli, Giampaolo Ascolese;

BALLETTI: Compagnia di danza "Gruppo Flamenco" (Spagna), Balletto della Fondazione Piccinni di Bari, Compagnia di Flamenco "Mediterranea";

ORCHESTRE: Orchestra Filarmonica Nazionale della Repubblica Moldava, Orchestra Filarmonica di Ploiesti (Romania), Orchestra Sinfonica della Filarmonica di Stato di Vidin (Bulgaria), Orchestra Filarmonica di Bacau (Romania), Orchestra Nazionale delle Romania, "Balkan Festival Orchestra" (Grecia), Orchestra "Camerata Transsylvanica" di Budapest (Ungheria), Orchestra "Camerata Bohemica" di Praga (Repubblica Ceca), East European Symphony Orchestra (Romania), Orchestra Filarmonica Nazionale Ucraina, Orchestra Filarmonica della Crimea (Ucraina), Russian Symphony Orchestra (Russia), Orchestra da Camera "Des Alpes Maritimes", Orchestra Sinfonica "Pro Arte", Orchestra di chitarre "De Falla";

CORI: Coro di voci bianche di Seoul (Corea), Coro "Pro Arte";

DIRETTORI: Anton Nanut (Slovenia), Valentin Doni (Repubblica Moldava), Jaroslav Vodňanský (Repubblica Ceca), Robert M. Prandin (Svizzera), Ovidiu Balan (Romania), Jeffrey Silberschlag (USA), John Landor (Inghilterra), David Marcian (Romania), Gudni A. Emilsson (Islanda), Yuriy Yanko (Ucraina), Woltae Jeong (Corea), Eliodoro Sollima, Silvano Frontalini;

ATTORI: Arnoldo Foà, Bruno Gambarotta, Ugo Pagliai, Paola Gassman, Enrico Beruschi, Paola Pitagora, Vanessa Gravina.