GIOVEDI’ 26 APRILE – Aula Magna dell’Università, ore 21
13 gennaio 2018
Pagamento collaborazioni part-time studenti A.A. 2016/2017
23 gennaio 2018

GIOVEDI’ 3 MAGGIO – Aula Magna dell’Università, ore 21
SAUDADE JAZZ TRIO
Alessia Martegiani (vocalist), Maurizio Di Fulvio (chitarra), Ivano Sabatini (contrabbasso)

PROGRAMMA

“Brazil, Napoli e Latin-Jazz”
A. JOBIM: Retrato em branco y preto

S. D’ESPOSITO: Anema e core

M. DAVIS: Seven steps to heaven

A. PIAZZOLLA: Oblivion

E. DI CAPUA: I’ te vurria vasà

E. NAZARETH: Odeon

M. DI FULVIO: Turn around

F. TARREGA: Recuerdos de la Alhambra

P. NOGUEIRA: Bachianinha

L. BONFÁ: Manhã de Carnaval

D. GILLESPIE: Night in Tunisia

A. DE CURTIS: Malafemmena

A. “Chick” COREA: Armando’s Rumba


SAUDADE JAZZ TRIO – Leader del gruppo è la vocalist Alessia Martegiani, una delle voci italiane più richieste ed apprezzate a livello internazionale.
Si è avvicinata giovanissima alla musica con lo studio del pianoforte e del canto. Ha approfondito a lungo la musica contemporanea e in particolare i ritmi e le sonorità latino-americane e afro-americane.
Ha studiato inoltre improvvisazione jazz con J. Clayton, J. Taylor, A. Jackson e si è laureata all’Università DAMS di Bologna.
Ha effettuato tournèe in Brasile, collaborando con importanti musicisti latino-americani e facendo esperienze live e in studio.
Ha fondato il gruppo Trem Azul con Massimiliano Coclite e Bruno Marcozzi, con il quale nel 2006 ha prodotto il suo primo lavoro da band leader, cd pubblicato dall’etichetta Wide Sound e scelto dall’Egea per la distribuzione.
Da diversi anni presenta un progetto inizialmente dedicato interamente alle musiche di Antonio Carlos Jobim e, da alcuni anni, allargato ai diversi generi.
Il chitarrista e compositore abruzzese Maurizio Di Fulvio è considerato uno degli artisti più interessanti ed innovativi dell’attuale panorama musicale. La critica specializzata si è così espressa su di lui: “versatile ed eclettico, dal temperamento caldo e spontaneo, abile improvvisatore e raffinato arrangiatore”; “capace di leggere e restituire con la medesima forza ed intensità linguaggi assolutamente diversi”; “la sua esecuzione, a volte grintosa ed energica, altre volte raffinata ed ornata, sempre in bilico tra rispetto della tradizione e innovazione è sorretta da un’innata eleganza strumentale”; “un’autentica saudade swing e fragranze mediterranee aleggiano nei brani incisi negli album: Sweety notes (2000), Mediterranean flavours (2003), A flight of fugues (2004), On the way to wonderland (2007) e Carinhoso (2010)”; “nell’itinerario artistico confluiscono il jazz nero, il jazz latino, il rock, le tinte del classico e la sensibilità di un’interprete che coniuga in sè una tecnica solida e una raggiante vena compositiva. Di Fulvio assembla con il suo strumento un incredibile mosaico di note, spadroneggia sulle corde, si confronta egregiamente con maestri di calibro mondiale, arrangiando liberamente brani celebri di Gillespie e Jobim, Santana e Metheny, Porter e Pastorius e ancora Bach e Duarte, e rivela soprattutto le sue ottime doti di bravo compositore”.
Completa la formazione Ivano Sabatini, contrabbassista esperto e dalla solida preparazione, che passa da accompagnatore a voce solista, creando atmosfere ricche di bellezza melodica e pregevole musicalità.

Il programma del concerto, attraverso accostamenti singolari, presenta un’interpretazione elegante e trascinante del choro brasileiro e della tradizione napoletana e allo stesso tempo eclettica e pulsante attraverso l’esecuzione di standard Latin-jazz.

GIOVEDI' 26 APRILE - Aula Magna dell'Università, ore 21
Spostamento sede concerto Ateneo del 22/03/2018