GIOVEDI’ 5 APRILE – Aula Magna dell’Università, ore 21
13 gennaio 2018
GIOVEDI’ 19 APRILE – Aula Magna dell’Università, ore 21
13 gennaio 2018

GIOVEDI’ 12 APRILE – Aula Magna dell’Università, ore 21
TRIO ACCORD
Gennaro Minichiello (violino), Giovanna D’Amato (violoncello), Fabio Gemmiti (fisarmonica)

PROGRAMMA
“Ritmi e Danze dal mondo”

J.S. BACH: Aria sulla IV corda
E. VILLA-LOBOS: Aria e cantilena dalla Bachiana Brasileira n. 5
A. PIAZZOLLA: Adios Nonino
E. ELGAR: Salut d’amour
C. GARDEL: Por una cabeza
G. ROSSINI: Parafrasi da “La gazza ladra”
J. BRAHMS: Danza ungherese n. 5
A. PIAZZOLLA: Oblivion

Escualo

V. MONTI: Czardas
R. GALLIANO: Tango pour Claude
L. BACALOV: Il Postino
A. PIAZZOLLA: Violentango


GENNARO MINICHIELLO – Allievo del M° Umberto Spiga, si è diplomato con il massimo dei voti in violino presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino e in viola presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Successivamente si è perfezionato con maestri di fama internazionale quali Waiman, Giles, Vernikov, Grubert.
Vincitore della XVIII Rassegna Nazionale “Città di Vittorio Veneto”, ha fatto parte dell’Orchestra della RAI, del Teatro Petruzzelli e di altri importanti Enti lirici e sinfonici. Ha svolto attività concertistica, come solista e in duo, suonando per varie associazioni musicali in diverse città italiane ed ha collaborato, in qualità di solista e spalla, con varie Orchestre da camera.
Quale componente del Quartetto Meridies ha svolto attività concertistica internazionale e si è imposto in vari concorsi, incidendo alcune opere discografiche.
Particolarmente importanti per la crescita e la formazione musicale sono stati gli incontri con il Quartetto Borodin, il Quartetto Amadeus ed il Quartetto di Tokyo.
È stato invitato ad esibirsi presso prestigiose Istituzioni Concertistiche in Europa e nel resto del mondo, quali la Bosch-Siemens Hall (Berlino), il Wesleyan College of Macon (Stati Uniti), il Cesky Krumlov International Music Festival (Praga), il Festival Internazionale Nancyphonies (Francia), il Festival Internacional de Musica de Camara de Albacete (Spagna), il Festival Internazionale Musicalta (Francia), il Festival Internacional de Musica de Oropesa del Mar (Spagna), il Festival Internazionale “Da Bach a Bartok”, l’Emilia Romagna Festival, il “Festival di Pasqua” di Roma, la Camerata Musicale Salentina, l’Ateneo Musica Basilicata, il “Festival di Teramo”, etc.
Ha collaborato con artisti di fama internazionale quali il soprano Maria Dragoni, il flautista Maxence Larrieu, gli attori Giancarlo Giannini, Alessandro Haber, Rocco Papaleo e Riccardo Scamarcio, riscuotendo sempre unanimi consensi di pubblico e di critica.
All’attività concertistica ha affiancato quella didattica insegnando nei Conservatori di Foggia, Potenza, Pescara e Palermo. Attualmente è docente di violino e viola presso il Liceo Musicale “Alfano I” di Salerno.

GIOVANNA D’AMATO – Si è diplomata in violoncello presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone e successivamente si è perfezionata con maestri di fama internazionale. Ha fatto parte dell’Orchestra della RAI, dell’Orchestra femminile Europea e di altri importani Enti lirici e sinfonici.
Ha conseguito la Laurea in Lettere con il massimo dei voti e la lode presso la Università degli Studi della Basilicata, discutendo una tesi sui “Salotti musicali a Napoli nell’Ottocento”.
Ha seguito il Master di I Livello in Teoria e Prassi della Musica Antica presso l’Università degli studi della Basilicata.
Ha intrapreso un’attività concertistica internazionale prevalentemente in ambito cameristico. Quale componente del Quartetto Meridies, infatti, si è imposta in vari concorsi nazionali, realizzando anche alcune opere discografiche.
Particolarmente importanti per la crescita e la formazione musicale sono stati gli incontri con il Quartetto Borodin, il Quartetto Amadeus ed il Quartetto di Tokyo.
Come componente del Quartetto Meridies è stata invitata ad esibirsi presso importanti Istituzioni Concertistiche in Europa e nel resto del mondo, quali la Bosch-Siemens Hall (Berlino), il Wesleyan College of Macon (Stati Uniti), il Cesky Krumlov International Music Festival (Praga), il Festival Internazionale Nancyphonies (Francia), il Festival Internacional de Musica de Camara de Albacete (Spagna), il Festival Internazionale Musicalta (Francia), il Festival Internacional de Musica de Oropesa del Mar (Spagna), il Festival Internazionale “Da Bach a Bartok”, l’Emilia Romagna Festival, il “Festival di Pasqua” di Roma, la Camerata Musicale Salentina, l’Ateneo Musica Basilicata, il “Festival di Teramo” etc. Ultimamente si è esibita presso la prestigiosissima Carnegie Hall di New York ed ha effettuato una tournèe nella Corea del Sud.
All’attività concertistica ha affiancato quella didattica insegnando nei Conservatori di Potenza, Monopoli, Milano, Palermo e Vibo Valentia.
Attualmente è docente della cattedra di musica d’insieme per strumenti ad arco presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari.

FABIO GEMMITI – Fisarmonicista e pianista, ha iniziato lo studio della fisarmonica con il padre, M° Antonio Gemmiti. A soli 8 anni ha partecipato alla XIV Rassegna Internazionale di Recanati risultando I assoluto. È stato vincitore di numerosissimi concorsi nazionali ed internazionali. Nel 1982 ha superato i Precampionati Mondiali di fisarmonica tenutisi a Castelfidardo, per poi classificarsi al 4° posto al Campionato del Mondo, tenutosi in quello stesso anno a Reggio Emilia.
A quattordici anni si è iscritto al Conservatorio “L. Refice” di Frosinone, diplomandosi in pianoforte in soli cinque anni e con il massimo dei voti sotto la guida della pianista Licia Mancini. Ha vinto numerosi premi in concorsi ed altre manifestazioni pianistiche, tra i quali: 1° Premio al “VII Concorso Nazionale Pianistico K. Czerny”; medaglia d’argento al “XIV Concorso Internazionale Pianistico F. Liszt”; 2° premio al “II Concorso Internazionale Pianistico B. Bartók”; 1° premio al “II Concorso Internazionale Pianistico ROMA 1992” e premio “Assicurazioni Generali”. Prescelto per il “XII Concorso Internazionale F. Chopin” di Varsavia, ha rappresentato l’Italia, ottenendo un contratto per concerti a Vienna dalla Bösendorfer Klavierfabrik. Grazie alla intensa attività pianistica e fisarmonicistica, è ormai applaudito nelle più prestigiose sedi musicali italiane ed estere. È ospite di importanti festival quali Chopin Festival, Festival Internazionale di Ljubljana, Festival Internazionale di Santander, Emilia Romagna Festival, Japan Festival, Les Floraisons Musicales.

GIOVEDI' 5 APRILE - Aula Magna dell'Università, ore 21
GIOVEDI' 19 APRILE - Aula Magna dell'Università, ore 21